Fumo di sigaretta e nicotina per cure stravaganti e dannose

Fumo di sigarettaSvariati studi e ricerche hanno ormai appurato con certezza che il fumo e la nicotina in eccesso non è consigliata per vivere una vita sana e in salute. Molti tumori insorgono in persone sensibili con età avanzata proprio a causa del fumo. Il nostro DNA viene danneggiato e riparato dal nostro organismo ogni giorno da eventi di vita quotidiana come quello di fumarsi una sigaretta, esporsi troppo tempo al sole, ecc. In alcuni soggetti la riparazione del DNA non avviene perfettamente, in questo caso si potrebbero replicare cellule tumorali.  Argomenti certamente lontani se si parla del passato. Nel 700 dove la scienza era convinta che l’ultimo organo del nostro corpo a morire fosse l’intestino, per questo motivo in pazienti moribondi si effettuavano clisteri di fumo con la convinzione che i muscoli dell’intestino avrebbe portato il fumo fino ai polmoni e salvato la vita del malcapitato. Dopo il 1700 si usò questa tecnica in sostituzione alla respirazione bocca a bocca per rianimare gli annegati in fiumi e canali, ma anche per curare altri malanni, come mal di testa, ernie, crampi addominali. Metodi stravaganti che nel 1800 vennero abbandonati dopo la scoperta degli effetti negativi della nicotina su cuore e altri organi.