Desiderio

Desiderio
Federico Garcia Lorca

Solo il tuo cuore ardente e niente più.
Il mio paradiso un campo senza usignolo né lire,
con un fiume discreto e una fontanella.
Senza lo sprone del vento
sopra le fronde
né la stella che vuole essere foglia.
Una grandissima luce
che fosse lucciola di un’altra,
in un campo di sguardi viziosi.
Un riposo chiaro e lì i nostri baci,
nèi sonori dell’eco,
si aprirebbero molto lontano.
Il tuo cuore ardente,
niente più.