Il sonno, quanto è importante per il nostro corpo?

Il sonno è un valido alleato per la nostra salute, a patto che sia di qualità e si dorma almeno 7 ore a notte.
Sbagliato pensare di recuperare il sonno perduto, per questo motivo vi invito a visitare anche il nostro precedente articolo cliccando qui.

Che succede se dormiamo poco?

Perdere il sonno, o avere un sonno poco qualitativo ha delle ripercussioni sul nostro organismo de non dobbiamo sottovalutare, il problema non è saltare una notte o due, il problema si pone in modo molto serio se dovesse diventare un comportamento frequente.
Continuare a perdere il sonno significa non dare l’opportunità al nostro corpo di eseguire tutte quelle azioni che normalmente sono programmate dal nostro orologio biologico nelle ore notturne mentre si dorme.
La mattina quando ci alziamo ci sentiamo stanchi con la consapevolezza che dopo qualche ora sicuramente andrà meglio, ma dentro di noi inconsapevolmente qualcosa sta già cambiando.

Per la scienza.

Scientificamente provato che a risentirne siano le nostre cellule, il nostro sistema immunitario, la nostra tiroide e i nostri ormoni in generale, l’intestino, possibilità di sviluppare svariate malattie come quella di Chron, a risentirne sembrerebbe sia anche la visione periferica della vista, la memoria inizia a farci brutti scherzi, l’apprendimento e l’attenzione calano drasticamente, una ricerca pubblicata su Current Biology ha evidenziato che potrebbero insorgere anche tumori, specialmente nelle donne che hanno una predisposizione le probabilità aumentano notevolmente.

Il vostro sistema immunitario ne risentirà, il sonno ha una funzione regolatrice dei linfociti T (Globuli bianchi), sarete più soggetti a prendere malanni stagionali come il raffreddore, tenderete pian piano a prediligere cibi grassi e dolci portandovi ad un aumento di peso e una possibile glicemia alta, che se trascurata si tramuterà in diabete, sarete più soggetti ad avere problemi intestinali come coliti ed altri problemi, la vostra libido diminuirà, e sarete sempre più irrequieti con sbalzi di umore, e le emicranie inizieranno ad essere di casa.

Tutto questo avverrà in modo graduale e costante che a volte non ve ne renderete neanche conto pensando che sia solo un po’ di stanchezza fisica, se siete giovani vi renderete ancor meno conto dei danni che il vostro corpo subisce, danni che con il passar del tempo saranno sempre più pronunciati portandovi ad affrontare problematiche più serie ad un’età più avanzata.